Guasto è il Mondo

Tony Judt

Alessandro Visalli

Tony Judt era uno storico americano di origine britannica, tra i maggiori intellettuali di lingua inglese, specializzato in storia europea e professore a Cambridge, Oxford, Berkley e New York University. Nel 2008, quando aveva 60 anni, gli fu diagnosticata la SLA che lo portò alla morte dopo solo due anni. Nel suo ultimo anno di vita Judt, mentre era paralizzato dal collo in giù, con presumibile grande sforzo ed assoluta determinazione scrisse questo libro che va considerato dunque il suo lascito a noi che gli sopravviviamo.

Continua a leggere

Annunci

Pasolini, Morte di un Poeta

Pasolini

Francesco Paolella

Bruno Moroncini, La morte del poeta. Potere e storia d’Italia in Pier Paolo Pasolini, Cronopio, Napoli, 2019, 160 pagine

Si diffonde sempre più un’ombra di sacralità attorno a Pasolini, al suo ruolo di poeta-profeta, sempre provocatorio e sempre inascoltato, e, soprattutto, attorno al suo corpo massacrato. Tanti continuano a girare attorno al suo cadavere, al cadavere di quella che sembra la vittima per eccellenza di ciò che è intollerabile e intollerante; ma il suo cadavere non è, ad ogni modo, il cadavere di un eroe.

Continua a leggere

Ma la Signora Carmody no!

Di Kimagu (https://www.deviantart.com/kimagu/art/Steampunk-Zeppelin-465408557)

Joelton Nacimiento

Brevi spunti da alcune opere di Stephen King

Nel romanzo breve di Stephen King La Nebbia tutto comincia con una violenta tempesta. Dopo la tempesta una strana nebbia avvolge una cittadina nell’entroterra del Maine, scenario preferito di tante storie di King. Un uomo va al supermercato con suo figlio mentre la moglie resta in casa. Padre e figlio, e gli altri clienti del supermercato, sono sorpresi dall’apparizione improvvisa di strane creature, mezzo insetti e mezzo mostri, apparentemente prodotti da un esperimento fallito in una vicina base militare. Decine di persone prigioniere in un supermercato ben fornito e circondato da creature orrende assetate di sangue umano: questa la trama del libro, diventato film nel 2007 con la regia di Frank Darabont.

Continua a leggere

Il Cittadino Astratto Pianificato

silos

James C. Scott

La forza e la precisione dei programmi modernisti dipendevano non solo dall’esclusione della contingenza, ma anche dalla standardizzazione dei soggetti dello sviluppo. La standardizzazione era, in un certo senso, incorporata negli obiettivi, anche i più nobili, dei pianificatori. Gran parte di essi credeva fortemente in una società egalitaria, nella necessità di soddisfare i bisogni di base dei cittadini (soprattutto della classe lavoratrice) e di rendere disponibili a tutti le comodità di una società moderna.

Continua a leggere