Sfiduciati

muro_mattoni

Gustav Landauer

Alla fine arriveremo al punto che stato e società (o il surrogato della comunità e del potere autoritario da un lato, e la vera unione spirituale dall’altro) si separeranno e solo uno dei due prevarrà. Per il momento, coesistono nella confusione. La loro separazione finale non sarà astratta ma reale, e sarà generata dalla distruzione dello spirito creativo. Per Etienne de la Boétie, l’esilio e la resistenza passiva contro l’uno erano ancora diretti contro il monarca. In futuro, l’uno sarà lo stato. Allora si capirà che non è una particolare forma di stato a provocare oppressione. Ciò che causa oppressione è la costrizione di se stessi, l’abnegazione e, cosa peggiore fra tutte, la sfiducia. Sfiducia non solo negli altri. Sfiducia anche in se stessi. Tutto questo è radicato nella stessa nozione di stato. Una nozione che toglie lo spirito, la sovranità interiore e la vita per mettere al loro posto il dominio, il controllo esterno, la morte.

Estratto da: Die Revolution. Essay. Literarische Anstalt Rütten und Loening, Frankfurt/M. 1907. Münster 2003. Traduzione italiana di Enrico Sanna.

Annunci

Scrivi un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...