Il Muro Basso

The-Dispossessed

Di Bianca Menichelli

«C’era un muro. Non pareva importante». Quando hai scritto queste parole il muro divideva in due l’Europa, un simbolo pesante. Scommetto che mai avresti pensato che il muro si sarebbe moltiplicato ancora e ancora: fili spinati e armi puntate e perfino il mare, invecedi essere il tramite naturale fra persone e culture, è diventato la disperazione per migliaia di esseri umani.

Ma la speranza resiste. Nel mondo di Odo che tu hai definito “un’ambigua utopia”: «L’odonianismo è anarchia. Non quella roba tipo bomba in tasca, che invece è terrorismo puro e semplice; non il libertarismo socio-darwinista dell’estrema destra; ma l’anarchia prefigurata dal taoismo delle origini ed esposta da Shelley e Kropotkin, da Goldman e Goodman.

Il principale bersaglio dell’anarchia è lo Stato autoritario, capitalista o socialista che sia; la sua principale componente morale-pratica è la collaborazione (solidarietà, aiuto reciproco). Di tutte le teorie politiche è la più idealistica e per me la più interessante».

Commento a I Diseredati, di Ursula K. le Guin.

Annunci

Scrivi un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...