Infarto e Dolore al Braccio Sinistro

Di Victor Marchione

Il dolore al braccio o alla spalla sinistra può indicare un infarto imminente. Si ha un infarto quando un accumulo di placche nelle arterie ostruisce l’afflusso del sangue al cuore. Quando il flusso sanguigno si interrompe, una parte del muscolo cardiaco può essere danneggiato e, secondo la severità, si può arrivare alla morte.

La buona notizia è che oggi le probabilità di sopravvivere ad un infarto sono cresciute, ma è importante riconoscere per tempo i sintomi dell’infarto e attivare il trattamento immediatamente.

Il dolore alla spalla e il suo legame con l’infarto

Il dolore al petto è uno dei sintomi più comuni dell’infarto, facilmente riconoscibile da molti. Ma capita che ci siano anche altri sintomi, non direttamente riconducibili al cuore. È importante sapere che il dolore alla spalla può essere il segnale di un infarto.

La spalla può cominciare a far male perché il dolore si irradia dal petto. Questo avviene solitamente sulla parte sinistra, dove si trova il cuore.

Questo dolore può essere il sintomo di un infarto, ma ci sono anche altri sintomi, forti e deboli. Sono elencati qui sotto.

Sintomi forti dell’infarto

Sintomi deboli dell’infarto

Sensazione di bruciore, schiacciamento, tensione, pressione o dolore

Dolore pungente quando si tossisce o si starnutisce

Crescita graduale del dolore nel giro di pochi minuti

Dolore concentrato in un punto

Dolore in un’area diffusa, fino al centro del petto

Dolore distinto in una sola parte del corpo

Dolore che si estende alla nuca, la mascella, il collo e il braccio sinistro

Dolore lancinante improvviso che dura per un momento molto breve

Pressione o dolore accompagnati da altri sintomi come nausea improvvisa, sudore freddo, difficoltà respiratoria

Dolore che dura ore o giorni senza altri sintomi

Pressione o dolore durante uno stress emotivo o uno sforzo fisico o quando si è a riposo (angina instabile)

Dolore causato da pressione sul petto o movimento del corpo

Come capire se il dolore al braccio sinistro riguarda il cuore

Si può sentire dolore al braccio sinistro per una varietà di ragioni compreso uno sforzo eccessivo o una lesione. Come si fa allora a capire che è il cuore? Questi punti aiutano a distinguere un normale dolore al braccio sinistro da uno dovuto ad un infarto.

La tipologia del dolore: Il dolore dà una sensazione di pressione o di schiacciamento del petto, e varia d’intensità. Se il dolore si allarga al braccio sinistro, allora potrebbe essere dovuto al cuore.

Sintomi senza dolore: Un dolore al braccio sinistro senza altri sintomi è raramente causato dal cuore. Ma ci sono sintomi, indipendenti dal dolore, che aiutano a capire se c’è un infarto in arrivo. Ad esempio, nausea, vertigini, sudore freddo e fiato corto, o difficoltà respiratoria. Se questi sintomi, che di per sé non danno dolore, si presentano assieme al dolore descritto sopra, allora bisogna contattare un medico immediatamente.

Come valutare il dolore: Quando si valuta il dolore è importante prima di tutto notarne la durata. Se dura pochi secondi, è molto probabile che la causa non sia il cuore. Se è persistente, se dura giorni o settimane, anche in questo caso è improbabile che sia dovuto al cuore. Il dolore causato da un infarto dura minuti, o ore, e può ripresentarsi a brevi intervalli. Se poi si sente dolore al braccio sinistro solo quando si fa attività fisica, la causa è il muscolo, non il cuore.

Il dolore al braccio sinistro può anche essere dovuto all’angina, quando il flusso sanguigno al cuore diventa insufficiente per un attimo. In questo caso, il dolore si intensifica in presenza di stress fisico o emotivo. Anche se non è un pericolo per la vita come l’infarto, è comunque importante controllare l’angina per ridurre il rischio di complicazioni.

Ultima cosa, quando si valuta il dolore, è importante considerare anche altri segnali e sintomi, come dolore alla mandibola, dolore causato dal movimento, da un senso di pesantezza o oppressione, o mal di schiena. In alcuni casi, poi, l’infarto può essere silenzioso, asintomatico.

Sintomi che dovrebbero accompagnare il dolore al braccio sinistro

Dolore al petto: Uno dei sintomi più comuni di problemi al cuore. In alcuni casi, però, il dolore al petto non è un sintomo dell’infarto. Si può provare oppressione, tensione, dolore che parte dal centro del petto e si espande al braccio, alla schiena, o al collo e alla mandibola (più giù ci torno).

Affaticamento insolito: Capita a tutti di sentirsi stanchi, ma se l’affaticamento è inatteso, improvviso o spossante, allora può essere il segnale di un infarto. Può capitare di sentirsi improvvisamente sfiniti dopo un’attività di routine, o di sentirsi affaticati senza aver fatto uno sforzo fisico o dopo una semplice attività come rifare il letto, o di avere problemi ad addormentarsi pur essendo stanchi sfiniti.

Sudore e/o fiato corto: Sudore improvviso o fiato corto senza attività fisica, senso di asfissia che peggiora in assenza di attività, fiato corto che peggiora stando sdraiati e migliora in piedi, sudore da stress senza stress apparente, sudore o fiato corto accompagnati da altri sintomi elencati qui: tutti questi sono segnali di un infarto.

Dolore al collo, la mandibola e la testa: Come detto, il dolore al petto può estendersi al collo o alla mandibola, ma questi ultimi possono presentarsi senza dolore al petto durante un infarto.

Nausea: La nausea come sintomo di un infarto è più frequente nelle donne. Può essere accompagnata anche da indigestione o eruttamento frequente. Alcune pazienti parlano addirittura come di un’influenza che porta all’infarto. Nausea e indigestione, se improvvise e senza una causa apparente, possono essere collegate ad un infarto.

Senso di disagio all’addome medio superiore: In alcuni casi, il dolore causato da un infarto può essere sentito come dolore all’addome medio superiore. Si può provare pesantezza o dolore acuto temporaneo o persistente.

Riflusso gastrico: Anche il riflusso gastrico, come l’indigestione, può essere un sintomo comune connesso ad un infarto. L’effetto è simile al disagio all’addome medio superiore.

Dolore alla parte superiore della schiena: Il dolore può irradiarsi dal petto alla parte superiore della schiena e anche allo spazio tra le scapole.

Vertigine: Le donne, più degli uomini, lamentano vertigini durante un infarto. A volte sembra di svenire o di avere difficoltà a fare sforzi o anche solo muoversi.

Palpitazioni: Come se il cuore perdesse colpi, o cambiasse di ritmo, o come se battesse forte o pulsasse.

Vomito: Dopo la sensazione di indigestione o nausea, ci sono pazienti che hanno il vomito. Se non è causato da qualcosa che si è mangiato, potrebbe essere il segno di un infarto imminente.

Cosa fare durante un infarto

Se pensate che una persona stia avendo un infarto, fatela sedere, tenetela calma, slacciatele eventualmente i vestiti se sono stretti, fatele prendere dei medicinali per il dolore al petto, come la nitroglicerina. Se il dolore non cala entro tre minuti dall’assunzione delle medicine, chiamate immediatamente un’ambulanza. Chiamate il 118 se la persona sviene.

Non lasciatela sola, non lasciatevi convincere a non chiamare il 118, non aspettate che i sintomi scompaiano, non datele nulla per via orale a meno che non sia un medicinale dietro prescrizione.

Annunci

Scrivi un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...