Candida, un Problema per Molti

E per voi?

Di Margaret Durst

L’eccesso di lievito è molto diffuso in America. Tanto gli uomini quanto le donne sono soggetti ad uno sbilanciamento nella flora intestinale che può portare ad un eccesso di lievito. Questo è un problema sistemico che può colpire chiunque a prescindere dal sesso.

panorama_1

La candida albicans è il lievito che si trova comunemente nella bocca, nella gola, nell’intestino e nell’apparato urogenitale di molte persone. È un componente normale della flora intestinale e si tiene a livelli equilibrati con una dieta salutare e un sistema immunitario in salute. Quando si altera l’equilibrio, le colonie di lievito si diffondono in tutto il corpo producendo sintomi avversi a livello fisico e mentale.

Tra i sintomi comuni dell’eccesso di lievito c’è gas intestinale e gonfiore, indigestione o acidità di stomaco, fatica cronica, voglia eccessiva di zuccheri o carboidrati, oscillazioni della glicemia, ipersensibilità al cibo, insonnia, prostatite, sindrome premestruale, endometriosi, infezioni del tratto urinario, cefalea, allergie, eczemi, eruzioni cutanee, perdita di memoria, artrite, problemi alla vista, sinusite, salivazione densa, lingua patinosa, e varie infezioni da funghi come quelle che vengono agli atleti ai piedi e alle unghie sia dei piedi che delle mani.

La causa dell’eccesso di lievito è solitamente legata ad uno o più dei seguenti: uso di antibiotici, uso di steroidi ormonali e medicinali immunodepressivi, uso della pillola anticoncezionale, e una dieta non appropriata. In quest’ultimo caso, la causa è soprattutto l’eccesso di zuccheri e gli additivi chimici.

La riduzione del lievito richiede l’uso di integratori naturali, una dieta appropriata, l’eliminazione (se possibile) di immunodepressivi e antibiotici, il bilanciamento e il rafforzamento del sistema immunitario, e il ristabilimento dell’appropriato equilibrio batterico nell’intestino.

Tra i prodotti naturali che eliminano il lievito c’è l’acido caprilico, l’origano, l’estratto di semi di pompelmo, l’aglio, le foglie d’olivo, la tabebuia e le cellulasi. La maggior parte dei prodotti naturali vanno presi per gradi. Prima si elimina il lievito, e poi si ripopola l’organismo con i batteri benefici appropriati usando probiotici.

È opportuno accompagnare il trattamento con una dieta appropriata eliminando quegli alimenti che favoriscono la crescita del lievito. Bisognerebbe eliminare alimenti che si convertono facilmente in zuccheri o che contengono molti zuccheri naturali come la frutta, il succo di frutta, le granaglie raffinate e i loro derivati, i prodotti di latteria, l’alcol e i dolci. Altri alimenti che dovrebbero essere eliminati sono quelli che contengono muffe naturali come le arachidi e il burro d’arachidi, l’aceto e i funghi. Per ulteriori informazioni si possono cercare diete antilievito su internet.

La facilità con cui si può eliminare l’eccesso di lievito molte volte dipende da quanto tempo l’organismo è stato in condizioni di sbilanciamento. Se dopo il programma il lievito riprende a crescere, occorre molto probabilmente rafforzare il sistema immunitario o mettere in pratica un programma di mantenimento.

Annunci

Scrivi un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...