Alchimia e Scuola

scuola

Di Ivan Illich

Estratto da La Convivialità. Tradotto in Italia da Mondadori nel 1973, ristampato dalle edizioni RED nel 1993.

Di solito si dimentica che il bisogno di educazione, nel significato moderno del termine, è un’invenzione recente. Essa era sconosciuta prima della Riforma, quando significava semplicemente l’addestramento della prima età che gli animali e gli uomini impartiscono ai propri piccoli. La si distingueva chiaramente dall’istruzione, necessaria al bambino, e dallo studio, al quale alcuni si dedicavano più tardi, sotto la guida di un maestro. Per Voltaire, l’educazione era ancora un neologismo presuntuoso, usato da certi maestri di scuola che volevano darsi delle arie.

Continua a leggere

Annunci

L’immagine Condivisa

Il reale delle/nelle immagini

immagine_digitale

Di Gioacchino Toni

André Gunthert, L’immagine condivisa. La fotografia digitale, Contrasto edizioni, Roma, 2016, 176 pp. 21,90 euro.

Attorno alla metà degli anni Novanta, negli ambienti intellettuali e tra i professionisti della fotografia, è dilagato un vero e proprio panico in concomitanza con quella che è stata percepita come una vera e propria invasione barbarica: l’arrivo della fotografia digitale. Se una rivoluzione c’è stata, questa non si è data, come erroneamente in tanti credevano, nella fotografia in sé, quanto piuttosto nelle possibilità di una sua facile ed immediata condivisione su larga scala.

Continua a leggere

Desco e Giaciglio

vele

Di Theodor W. Adorno

Quando due persone, per quanto miti, cortesi e educate, divorziano, sembra quasi che si alzi una nuvola di polvere che ricopre, invade e altera le tinte di tutto ciò con cui entra in contatto. È come se la sfera dell’intimità, la fiducia ingenua e spensierata della vita comune, si fosse tramutata in una sostanza perniciosa e venefica, quando si sono spezzate le relazioni su cui si fondava.

Continua a leggere